"Roma" houses of Transylvania

I rom sono per tradizione uno dei popoli più colorati della terra e non hanno perso questa peculiarità neanche oggi che il loro stile di vita è profondamente cambiato.

Deportati e sterminati durante il nazismo, nell’est Europa non sono più riusciti a riorganizzare le comunità nomadi, finendo per abbandonare proprio il nomadismo, così perdendo quel carattere “bohémienne” che li ha contraddistinti nei secoli scorsi, e che è entrato di fatto nell’immaginario collettivo di noi occidentali.

“Roma houses of Transylvania” è stato realizzato tra le case degli antichi villaggi sassoni del distretto di Sibiu (Romania).

Questi villaggi furono colonizzati dai Rom nei primi mesi del 1990 in seguito all’esodo di oltre mezzo milione di rumeni sassoni. In meno di 4 mesi dalla caduta del regime di Ceausescu, infatti, il 90% della popolazione rumena di lingua tedesca, allettata dal famoso discorso “ ritorno in patria “ del politico tedesco Hans-Dietrich Genscher, fece i bagagli verso la Germania, lasciando disabitati interi villaggi che vennero immediatamente occupati dalla popolazione Rom.

 
Home » Reportages » Roma houses of Transylvania